Come funziona l'ecoscandaglio

Capire gli elementi basici sui quali lavora l'ecoscandaglio e capire come leggere il tuo strumento può essere la differenza tra un'uscita di pesca inutile e una pescata memorabile. Il nostro breve tutorial su come funzionano gli ecoscandagli ti insegnerà le basi per l'utilizzo del tuo strumento da pesca e ti fornirà pratici trucchi per rendere la lettura più semplice.

Come funziona l'ecoscandaglio

SONAR sta per Sound Navigation Ranging. Un dispositivo sonar manda degli impulsi di onde sonore ai fondali atrraverso l'acqua. Quando questi impulsi colpiscono oggetti o animali come i pesci o la vegetazione, in risposta vengono riflessi in superficie. Il dispositivo sonar misura quanto tempo impiegano le onde sonore a raggiungere il fondo, colpire un oggetto per poi rimbalzare in superficie. È lo stesso sistema di eco-localizzazione che utilizzano pipistrelli e delfini. Questa informazione permette al dispositivo di valutare la profondità degli oggetti che sono in grado di riflettere. Misura anche la forza dell'impulso di ritorno - più pesanti sono gli oggetti, più è consistente l'impulso di ritorno.

Una volta che viene ricevuto l'impulso di ritorno, un altro viene mandato fuori. Poichè le onde sonore viaggiano ad una velocità di circa un miglio al secondo nell'acqua, l'ecoscandaglio può mandare una molteplicità di impulsi per secondo. Il Deeper PRO e il Deeper PRO+ manda 15 impulsi al secondo. Gli impulsi di ritorno vengono convertiti in segnali elettrici e poi mostrati sullo schermo, per segnalare ai pescatori la profondità, durezza del fondale la presenza di qualche oggetto.

Quattro cose da ricordare

    number 1 icon

    Gli ecoscandagli scannerizzano in coni, non linee

    number 2 icon

    Uno schermo scorrevole non comporta il movimento dell'ecoscandaglio ( o tanti pesci)

    number 3 icon

    Linee più spesse e ritorni di onde sonore in pochi secondi indicano un fondale più duro

    number 4 icon

    Individua le arcate e troverai il pesce

1. Gli ecoscandagli scannerizzano in coni, non in linee

scanning cone

Quando leggiamo i dati ricavati dal nostro strumento di pesca, solitamente immaginiamo che le informazioni che vediamo sul nostro schermo siano direttamente collegate con quel che accade sotto il nostro ecoscandaglio. Dunque, se vediamo un pesce sullo schermo, pensiamo che sia esattamente collocato sotto il nostro ecoscandaglio. In realtà, le letture che vediamo  provengono da un'area sotto il nostro strumento molto più ampia. E ancora più importante, più è profondo il fondale, più è ampia l'area di scannerizzazione. Questo avviene perchè gli ecoscandagli scannerizzano in coni. 

scanning cones

Qui potrai capire come funziona 

Gli ecoscandagli mandano verso l'esterno pulsazioni sonore per localizzare gli oggetti. Il suono si trasmette in onde, non in linee dritte, e queste onde si espandono in coni, i quali diventano sempre più grandi.

La maggior parte degli ecoscandagli può controllare il raggio dei coni di onde sonore cambiando la frequenza del fascio di scannerizzazione. Questo è importante perchè in base alla situazione di pesca, i fasci di scannerizzazione saranno più o meno efficaci.

Una scannerizzazione di aree di ampio raggio ( solitamente da 40° a 60° di angolazione) è ottima per scannerizzare velocemente grandi aree e ottenere le maggiori informazioni possibili sulla profondità o sulla struttura dei fondali, ma l'accuratezza e i dettagli saranno meno precisi. La scannerizzazione di aree di ampio raggio è più idonea per zone superficiali perchè più è ampia l'area coperta dal cono, più è profonda la scannerizzazione. Questo significa che, se stai scannerizzando ad una profondità di 45ft/ 13,7 m , vedrai oggetti in un'area che ha un raggio di 47 ft / 14, 3 m.

Una scannerizzazione di corto raggio (circa dai 10° ai 20°) permette di ottenere una fotografia più precisa ma copre un'area più piccola. È meglio per trovare l'esatta collocazione dei pesci. La scannerizzazione di corto raggio è anche idonea per i fondali più profondi, poichè il cono non si espande molto.

Disturbi di superficie e zone cieche

clutter zone

Un altro fattore da considerare correlato all’ampiezza del cono del sonar è che in alcuni casi non si potranno rilevare oggetti poco sotto la superficie dell'acqua.

Ciò è dovuto ai cosiddetti disturbi di superficie, comuni a tutti i sonar. I disturbi di superficie appaiono perché l'acqua vicino alla superficie riflette alcune delle onde sonar, troppo veloci perché l'ecoscandaglio funzioni correttamente. Questo fenomeno ha numerose cause. Le più comuni sono le onde sulla superficie, le bolle, le correnti e le alghe. Ne consegue un elevato "rumore del sonar" vicino alla superficie. Ciò crea una "zona cieca" in cui non è possibile identificare il pesce.

La quantità di disturbi e le dimensioni di questa zona cieca possono essere ridotte se la frequenza del sonar è più alta. Pertanto, se si dispone di un Deeper PRO o PRO+ e si verificano molti disturbi di superficie, passare all’esplorazione con la frequenza più alta (fascio stretto a 290 kHz 15°). In caso di Deeper START, la frequenza sonar a 120 kHz indica che i disturbi di superficie possono arrivare fino a 1 metro / 3,3 piedi sotto la superficie dell'acqua.

clutter zone

L'immagine di seguito mostra 2 diverse situazioni in cui i disturbi di superficie possono influire sui valori del sonar (in questi esempi i disturbi di superficie si estendono per circa 1 metro / 3,3 piedi sotto la superficie):

  1. Il pesce si trova al di sotto della zona dei disturbi di superficie. In questo scenario, il riverbero del sonar dal pesce è abbastanza forte da essere identificato dall’ecoscandaglio (in caso di ecoscandagli Deeper, l'app Deeper utilizza un algoritmo per capire se si tratta di un pesce). Di conseguenza, il pesce viene visualizzato sull'app.
  2. Il pesce si trova entro la zona dei disturbi di superficie. Il riverbero del sonar dal pesce si mescola con i disturbi di superficie, rendendoli troppo deboli per essere identificato dall'ecoscandaglio. Di conseguenza, il pesce non viene visualizzato sull'app.

Perché è importante per…

  • Cercare i pesci

    Cercare i pesci

    Per cercare i pesci, non dare per scontato che ogni pesce marcato si trovi direttamente sotto l'ecoscandaglio. Al contrario, pensa che i pesci si trovino da qualche parte nell'area del cono di scannerizzazione sotto l'ecoscandaglio. E ricorda, più è elevata la profondità, più è ampia l'area di individuazione dei pesci. Se il pesce è superficiale, saprai che si troverà più o meno esattamente sotto l'ecoscandaglio, specialemente se si usa un corto raggio. Se il pesce si trova in profondità , potrebbe essere in un'area più ampia e molto più lontano dal tuo ecoscandaglio.

    Consiglio Deeper Sonar : Mentre cerchi i pesci, utilizza inizialmente un'ampio raggio per individuare l'area generale, poi utilizza un raggio più corto e scannerizza l'area un po' di volte per ottenere l'esatta localizzazione.

  • Trova la struttura e le caratteristiche

    Trova la struttura e le caratteristiche

    Un altro punto che dovresti conoscere quando peschi è il concetto di "zona morta". Il tuo ecoscandaglio utilizzerà la prima parte del fondale che riesce a tracciare come il livello dal quale vengono trasmesse le informazioni al tuo schermo. Ma se il cono sta scannerizzando in profondità, è probabile che ci sia una sezione più profonda sotto terra che non viene inclusa nella scannerizzazione - questa è la " zona morta" (guardare diagramma).

    Consiglio Deeper Sonar: l'utilizzo di un raggio breve può minimizzare le possibilità di presenza di " zona morta" sullo schermo. Quando trovi un caso di questo tipo, esegui la scannerizzazione più volte utilizzando un raggio corto.

2. Una schermata scorrevole non significa un ecoscandaglio mobile (o tanti pesci)

Deeper App

Nell'App Deeper e in molti altri schermi, i dati sulla schermata si visualizzano scorrendoli da destraverso sinistra. La prima parte sulla destra mostra i risultati più recenti, mentre quelli più datati sono sulla sinistra.
Dovresti ricordare che il tuo schermo sarà scorrevole anche quando il tuo ecoscandaglio non si starà muovendo, perchè l'unità manda e riceve in continuazione impulsi sonori.
Capire come funzioni questo schermo scorrevole è molto importante per dare un senso ai dati che ricevi.

Perché è importante per…

  • Cercare i pesci

    Cercare i pesci

    Uno degli errori più facili da commettere durante l'analisi della lettura del tuo ecoscandaglio è quello di confondere un pesce per molti pesci. Qua vi è un esempio di come funziona.
    Una volta che hai lanciato l'ecoscandaglio, troverai un pesce stazionario sospeso sull'acqua. Se non muovi il tuo ecoscandaglio e il pesce starà fermo, vedrai una costante corrente di icone di pesci sul tuo schermo. Rimanere entusiasti e pensare he ci siano 4 o 5 grandi pesci sul fondale sono delle reazioni naturali. Infatti, ce n'è solo uno, ma lo schermo scorrevole fa sembrare che ce ne siano di più.

    Consiglio Deeper Sonar: se trovi che lo schermo scorrevole sia confusionario, prova ad aggiungere lo schermo verticale ( Settings- Sonar - Vertical Flasher : ON). è semplicemente come lo schermo per la pesca sul ghiaccio, e si vede sulla parte destra della schermata. Questo schermo è una riproduzione in diretta che non è scorrevole - mostra che cosa sta succedendo sotto il tuo ecoscandaglio in un determinato momento.

  • Trova la struttura e le caratteristiche

    Trova la struttura e le caratteristiche

    Immagina di aver lanciato il tuo ecoscandaglio e di averlo riavvolto per ottenere una foto della struttura subacquea. Blocca l'operazione di riavvolgimento per qualche secondo, poi ricomincia.
    Dopodichè, guarda ancora la scannerizzazione e vedrai un'inclinazione stabile, ma con un livello, un'area piatta nella zona centrale. Dunque, c'è una sezione piatta sul fondale ?

    La risposta è no! Questo accade perchè l'asse orizzontale del tuo schermo sta mostrando il tempo e non la distanza. La " sezione piatta" che vedi si riferisce al momento in cui si blocca l'operazione di riavvolgimento. L'ecoscandaglio ha continuato a scannerizzare e ha riprodurre immagini, quindi sembra che il fondale sia piatto quando non lo è.

    Consiglio Deeper Sonar : per impedire che ciò avvenga, mantieni una velocità costante quando riavvolgi il tuo ecoscandaglio. Puoi anche usare le modalità di mappatura dalla barca o dalla riva. Questi usano il GPS per aggiungere livelli di profondità sulla tua mappa, dunque non c'è problema se la velocità di riavvolgimento cambia.

3. Linee più fitte e ritorni di un secondo ecoscandaglio significano un fondale più duro

hard bottom

Il tuo ecoscandaglio è capace di dirti non solo come appare la struttura del fondale ma anche quanto questo è duro. Ora ti spieghiamo come.

Gli ecoscandagli misurano sia il tempo che un impulso sonoro impiega per ritornare, sia la robustezza del segnale che ritorna. Questo ti permette di sapere quanto siano più o meno duri gli oggetti sott'acqua. Oggetti morbidi e sottili generano un segnale di ritorno più debole, mentre oggetti duri e ad alta densità generano un segnale di ritorno più forte.

Lo schermo del tuo ecoscandaglio ti mostrerà la densità degli oggetti utilizzando colori e luci : più il colore è vivido, più è forte il segnale e dunque più è robusto l'oggetto. Questo è particolarmente importante quando si scannerizzano i fondali.

Potrai notare che la schermata del fondale diventerà più fitta e intensa in certi punti (fondale robusto) , piuttosto che più sottile e debole in altri ( fondale morbido). Potrai anche notare un secondo ecoscandaglio che ritornerà dal fondale. Qui il fondale è molto duro, il fascio è stato riflesso sulla superficie, ha rimbalzato un'altra volta, ha riflesso il fondale ed è stato ricevuto dal tuo ecoscandaglio.

Esempio di fondale morbido

Esempio di fondale morbido 

Esempio di secondo fondale

Esempio di secondo fondale 

Perché è importante per…

  • Cercare i pesci

    Cercare i pesci

    Essere in grado di analizzare la consistenza del fondale fa parte dell'apprendimento per lavorare con i dati non elaborati. Potrebbe volerci un po' per acquisire familiarità, ma a lungo termine si risparmierà molto tempo, perché si capirà esattamente cosa c'è laggiù.

    Suggerimento per il sonar Deeper: se si desidera migliorare, è importante passare dalla conoscenza ("So dove sono i pesci") alla comprensione ("Capisco perché ci sono pesci"). Iniziare a cercare relazioni tra la durezza del fondale che appare sul sonar e dove si trovano solitamente i pesci. Ad esempio, si potrebbe notare che in determinate condizioni o stagioni la specie target si trova sempre in fondali morbidi. Questo è un prezioso elemento di comprensione che migliorerà in modo significativo la frequenza di cattura di pesci.

  • Trova la struttura e le caratteristiche

    Trova la struttura e le caratteristiche

    Questo fattore non impatta molto sulla pesca direttamente. Ma può essere interessante per cercare modelli ottimali per misurare la robustezza del fondale e la posizione dei pesci. Questi dati sulla robustezza dei fondali sono molto utili, in quanto parte dell'intera immagine che hai ricavato. Spiegare la differenza tra mucchi di alghe e rocce, tra fondali fangosi e robusti, può essere cruciale per trovare i punti giusti per catturare le specie di cui sei alla ricerca.

    Consiglio Deeper Sonar: una volta che hai trovato uno spot interessante, usa l'ecoscandaglio dal raggio più stretto per ottenere informazioni sulla robustezza del fondale più dettagliate e precise . Assicurati di utilizzare la schermata dettagliata piuttosto che quella basica sulla tua Deeper App ( utilizza il menù sulla sinistra per scegliere) per vedere i dettagli sulla robustezza del fondale.

4. Individua gli archi e troverai i pesci

Utilizzare le icone dei pesci è un ottimo modo per iniziare la tua attività di pesca, ma sarai in grado di identificare pesci e calcolare le dimensioni di questi in modo più accurato utilizzando i dati grezzi. Dunque, quando sei pronto, spegni le icone dei tuoi pesci e comincia a cercare gli archi.

Perché gli archi?

Perché gli archi

Nella maggior parte dei casi, il pesce verrà riprodotto sul tuo schermo come un arco. La ragione per cui vengono rappresentati così è che è un metodo molto semplice. Se un pesce nuota esattamente nella traiettoria del cono del tuo ecoscandaglio, ritorneranno impulsi  dall'estremità del cono, dal centro e dall'altra estremità. I ritorni dalle due estremità del cono viaggiano leggermente più lontano di quelli dal centro. Dunque un arco o " a forma di unghia" sarà mostrato sul tuo schermo. 

Individua il pesce

Individua il pesce

Alcuni importanti elementi da ricordare sugli archi dei pesci :

  • Otterrai archi solamente da pesci che si muovono ( o se il tuo ecoscandaglio si muoverà sopra questi). 
  • Se il tuo ecoscandaglio e il pesce sono entrambi stazionari, vedrai una linea, non un arco. 
  • Otterrai un arco pieno se il pesce si muove lungo l'arco dell'ecoscandaglio. 
  • Se il pesce nuota attraverso una parte del tuo cono, si mostrerà come un mezzo arco o come una piccola lineetta - guada l'esempio per questi.

Pensa verticale, non orizzontale

Archi lunghi

Archi lunghi significano grandi pesci ? Sbagliato. Un lungo arco significa che il tuo pesce è stato nella traiettoria del cono del tuo ecoscandaglio per molto tempo.

E non dimenticare, la profondità è importante - pesci a profondità più elevate creeranno archi o linee più ampie, perchè il cono è ampio e i pesci rimarranno nella zona per lungo tempo. Un grosso pesce vicino alla superficie comporterà la rappresentazione di un breve arco o linea.

Dunque come si calcolano le dimensioni dei pesci?

big fish

La risposta si trova nello spessore. Se un arco o una linea è sottile, stai marcando un pesce grosso. Dunque pensa verticale, non orizzontale.

La prima immagine è una perfetta illustrazione. Questi grandi pesci hanno generato un arco pieno, ma le linee sono spessi verticalmente, dunque sappiamo che sono grandi.

E cercare le esche per i pesci funziona alla stessa maniera. Non cercare di capire quanto sono lunghe le linee, guarda come lo spessore e la densità dei pesci che hai marcato.

Perché gli archi
Individua il pesce
Archi lunghi
big fish

Perché è importante per…

  • Cercare i pesci

    Cercare i pesci

    Imparare a lavorare con i dati grezzi ti permetterà di pescare nel modo più accurato possibile. Sarà necessario un po' di tempo per approfondire la conoscenza, ma ne risparmierai molto in futuro, perché saprai esattamente che cosa si trova sott'acqua.

    Consiglio Deeper Sonar : Spegni le icone dei pesci sull'App Deeper (menù a sinistra - Icone dei pesci ). poi ricorda di pensare verticale, non orizzontale. Cerca archi più spessi o semi-archi , e non ti occupare di quanto lunghi questi possano essere. Inoltre, ricorda che la profondità influenzerà la lunghezza. Vedrai archi più lunghi quando i pesci si troveranno più in profondità. Ancora, concentrati sullo spessore della linea piuttosto che sull'ampiezza dell'arco.

  • Trova la struttura e le caratteristiche

    Trova la struttura e le caratteristiche

    Mentre stai marcando la struttura del fondale, dai un'occhiata agli archi dei pesci e controlla le esche. Questo potrebbe aiutarti a capire meglio quali tipi di caratteristiche vengono associate a determinati pesci. 

Il nostro blog