Come si legge un ecoscandaglio

e utilizzare i dati per prendere più pesci, nonché pesci più grandi

Stai appena iniziando a utilizzare un ecoscandaglio? Conosci le basi, ma vuoi ottenere di più dall’ecoscandaglio? Non sei sicuro di leggere correttamente il display dell’ecoscandaglio? Nessun problema, siamo qui per aiutare. Questo breve tutorial insegnerà a dare un senso alla visualizzazione dell’ecoscandaglio in modo da poter distinguere tra un pesce da esca, un trofeo e solo un albero sommerso sul quale impigliarsi. Bastano solo 7 minuti per seguire questo tutorial e alla fine sarai in grado di leggere il display dell’ecoscandaglio per:

    icon-1

    Identificazione del pesce

    icon-2

    Valutazione delle dimensioni del pesce

    icon-3

    Identificazione di diversi tipi di strutture subacquee

    icon-4

    E valutazione del tipo e della durezza del fondale

Funzionamento dei sonar

Funzionamento dei sonar

In questo blog, ci concentreremo sulle immagini reali che appaiono sullo schermo, quindi non utilizzeremo dettagli troppo tecnici sul funzionamento dei sonar, ma nella nostra pagina sul funzionamento dei sonar verrà descritto tutto ciò che si deve sapere. Per ora ci sono un paio di punti tecnici da ricordare. Innanzitutto, gli ecoscandagli scandagliano in coni. Perché ciò è importante?

La dimensione dell'area che si sta scandagliando sarà influenzata dall'angolo del cono. Un cono a fascio largo scandaglia tra i 40°-60°, il che significa che si coprirà una vasta area. Un cono stretto scandaglia tra 10°-20°. Quindi, assicurati di sapere se l’ecoscandaglio utilizza un cono largo o stretto quando si osservano i dati sullo schermo. Il Deeper PRO e PRO+ effettua esplorazioni a fascio ampio e stretto (55° e 15°), il Deeper START ha un fascio medio/ampio (40°). Un altro punto da ricordare sul funzionamento del sonar è che invia e riceve costantemente dati, il che significa che lo schermo scorre continuamente. I dati di esplorazione attuali si trovano a destra: quanto più a sinistra si trovano sullo schermo, più vecchi saranno i dati.

Quindi, ricorda questi 3 punti quando osservi il display dell’ecoscandaglio: 1. Sapere se si effettuano esplorazioni a fascio ampio o stretto. 2. Lo schermo scorre continuamente. Ciò non significa che il sonar è in movimento.

1. Identificazione del pesce

  • Icone del pesce
  • Archi dei pesci
  • Icone del pesce

    Icone del pesce

    Le icone del pesce sono uno strumento utile quando si inizia ad utilizzare un dispositivo sonar: l'ecoscandaglio interpreta i dati del sonar che riceve e cerca di capire se si tratta di un pesce. Questa operazione viene effettuata in base a fattori come le dimensioni dell'oggetto e l’intensità del segnale del sonar. 

    In caso di sonar Deeper, usiamo un algoritmo avanzato nell’app Deeper per interpretare i dati. Purtroppo, anche le unità più avanzate non sono precise al 100% nell'interpretazione corretta.

    I pesci nuotano a velocità diverse, in diverse direzioni attraverso tutto il cono del sonar che l’ecoscandaglio invia. Ciò significa che non viene fornito sempre un unico valore uniforme. Inoltre, a volte alcuni oggetti subacquei o la vegetazione potrebbero fornire valori simili a quelle di un pesce.

    Quindi, per garantire la massima precisione durante l’uso dell'ecoscandaglio, si deve imparare a interpretare i dati da soli.

    È il momento di fare il grande passo e spegnere le icone dei pesci: si verrà ricompensati con valori più accurate dei punti in cui si trovano i pesci. Inoltre, si ha il vantaggio aggiuntivo di apprendere e perfezionare una nuova capacità.

  • Archi dei pesci

    Archi dei pesci

    Con le icone del pesce disattivate, come si identifica un pesce sul display del sonar? Cerca gli archi.

    I pesci appaiono sullo schermo come un arco (il motivo per cui vengono mostrati come un arco è descritta dettagliatamente qui). Tuttavia, è importante ricordare che questi archi possono variare di dimensioni (lunghezza e larghezza) e potrebbero non formare un arco completo - attenzione anche ai mezzi archi. La schermata di seguito offre alcuni esempi di archi diversi. Variano in lunghezza e larghezza, e alcuni non sono archi completi, ma indicano la presenza di pesci.

2. Valutazione delle dimensioni del pesce

Una volta individuati alcuni archi dei pesci, è il momento di dare un senso a ciò che ogni arco indica riguardo alle dimensioni del pesce. Quindi, parliamo di lunghezza, spessore e mezzi archi o completi.

  • Lunghezza dell'arco dei pesci
  • Larghezza dell'arco dei pesci
  • Consiglio pratico: utilizzare il lampeggiatore verticale
  • Mezzi archi dei pesci o archi completi
  • Individuare pesci da esca sull'ecoscandaglio
  • Individuare un pesce trofeo sul display dell’ecoscandaglio
  • Lunghezza dell'arco dei pesci

    Lunghezza dell'arco dei pesci

    L'errore più comune che i pescatori fanno quando leggono l'ecoscandaglio è pensare che un arco lungo indichi un pesce di grandi dimensioni. Non è così. Sul display del sonar, si deve pensare alla lunghezza come alla rappresentazione del tempo. Ad esempio, si immagini di tenere fermo l'ecoscandaglio nell'acqua (in altre parole, senza riavvolgerlo né pescando a traina). Se sotto c'è un pesce anch’esso fermo, cosa appare sul display dell'ecoscandaglio? Apparirà una linea continua. Ciò non significa che ci sia una balena blu arenata nello stagno in cui si pescando. Significa che c'è un pesce fermo sotto l'ecoscandaglio e potrebbe essere molto piccolo.

    Ora immaginiamo un altro scenario: di nuovo il sonar è fermo, ma questa volta 2 pesci nuotano attraverso il fascio del sonar, uno grande e uno piccolo. Il pesce grande nuota molto velocemente attraverso il fascio del sonar, mentre il piccolo nuota lentamente. Quale dei due offre l'arco dei pesci più lungo sullo schermo? La risposta è il pesce piccolo. Ciò è dovuto al fatto che un oggetto in movimento lento lascia un segno più lungo di uno in rapido movimento, qualunque sia la dimensione.

    Si osservi la schermata di seguito. Questo segnale è di un branco di pesci da esca. Si noti la lunghezza di alcuni archi. Ciò può essere dovuto al fatto che il sonar è fermo o si muove molto lentamente o che i pesci si muovono solo lentamente. In ogni caso, è un buon esempio del fatto che un lungo arco non significa necessariamente che il pesce sia di grandi dimensioni.

  • Larghezza dell'arco dei pesci

    Larghezza dell'arco dei pesci

    Quindi, la lunghezza non è un ottimo indicatore delle dimensioni del pesce. È molto meglio osservare la larghezza dell'arco dei pesci mostrata.
    Ricordarsene quando si interpretano gli archi dei pesci:
    pensare in verticale, non in orizzontale.
    Anche se l'arco è corto, se è spesso significa che il segnale arriva da un pesce grande. Osservare di nuovo questa schermata. Dei 4 pesci mostrati, qual è il più grande?

    La risposta è il pesce in basso a destra. Tutti gli archi hanno all'incirca la stessa lunghezza (e sono tutti abbastanza corti). Ma lo spessore dell'arco in basso a destra ci dice che è il pesce più grande. Questo pesce non è un mostro, ma una pescata decente.

  •  lampeggiatore verticale

    Consiglio pratico: utilizzare il lampeggiatore verticale

    Un consiglio utile per valutare la larghezza/lo spessore del segnale del sonar: attivare il lampeggiatore verticale (noto anche come “a-scope”) sull'ecoscandaglio, se ne ha uno (a tal fine, nell'app Deeper, andare su Impostazioni > Sonar > Lampeggiatore verticale). Il lampeggiatore verticale sul lato destro dello schermo mostrerà esattamente cosa c'è sotto il sonar in quel preciso momento. Puoi usarlo per il vertical jigging e, naturalmente, anche per lapesca sul ghiaccio. Per giudicare le dimensioni del pesce, osservare lo spessore e la larghezza dei segnali sul lampeggiatore verticale. Un pesce più grande fornisce un segnale più largo e più spesso.

  • full arches

    Mezzi archi dei pesci o archi completi

    L'ultimo punto da ricordare quando si cercano archi dei pesci è che non è necessario che sia un arco completo. Anche i mezzi archi (come quelli mostrati nella schermata precedente) mostrano la presenza di pesci. Nel nostro tutorial sul funzionamento dei sonar, descriviamo in dettaglio il motivo per cui a volte si ottiene un arco completo e altre volte un mezzo arco. La risposta breve è che si ottiene un arco completo se un pesce nuota attraverso tutto il cono del sonar e un mezzo arco o arco parziale se nuota solo attraverso parte di esso.
    Ma ciò che è importante ricordare quando si legge il display è che un mezzo arco o arco parziale potrebbe essere un pesce grande: la qualità dell'arco non è un indicatore della grandezza del pesce.

    Quindi, bisogna stare attenti agli archi completi e parziali e ricordarsi che lo spessore dell'arco è il miglior indicatore delle dimensioni del pesce.

  • pesci da esca

    Individuare pesci da esca sull'ecoscandaglio

    I pesci da esca appaiono sul display come trattini, linee o anche solo punti, quindi a volte possono sembrare simili alla vegetazione. Tuttavia, vi sono 3 differenze chiave:

    1. Il pesce da esca è di solito sospeso nell'acqua, non si trova sul fondale;

    2. L'ecoscandaglio mostra i pesci da esca in un colore diverso rispetto alla vegetazione (in caso di visualizzazione a colori standard dell'app Deeper, appaiono in giallo anziché in verde)

    3. Il pesce esca è spesso in palline, che verranno quindi mostrate come una nuvola o un grappolo, piuttosto che in linee.

    La schermata di seguito mostra i singoli pesci esca e una pallina di pesci da esca. Si noti la differenza di colore rispetto alla vegetazione verde sul fondale.

  • pesce trofeo

    Individuare un pesce trofeo sul display dell’ecoscandaglio

    Riassumiamo ciò che abbiamo imparato ricordando 2 punti chiave:
    1. Pensare in verticale, non in orizzontale: la larghezza dell'arco dei pesci è il migliore indizio per le dimensioni del pesce.
    2. Gli archi possono essere mezzi o completi: un mezzo arco o un arco incompleto non significa che un pesce sia più piccolo. Di nuovo, la larghezza è il migliore indizio.
    L’ecoscandaglio non indica la specie di pesce, ma una volta che si conoscono le dimensioni, si ha una buona possibilità di arrivare alla specie in base al lago o al fiume in cui si pesca e alla profondità alla quale trova il pesce.
    Quindi, quando si vede un arco come quello di seguito sullo schermo, si sta per effettuare una GRANDE presa!

3. Identificazione di diversi tipi di strutture subacquee

sonar scanning

Gli ecoscandagli sono strumenti ideali per leggere la profondità, vedere la sagoma del fondale e individuare gli elementi subacquei. A volte, queste informazioni saranno più preziose di quelle che contrassegnano effettivamente il pesce. Osserviamo i valori sul display dell’ecoscandaglio per individuare gli elementi subacquei.

Prima di questa operazione, ricordarsi solo di due punti:

  1. 1.Il sonar scandaglia in modo costante, il che significa che il display del sonar continua a scorrere anche se il sonar non si muove. Se l’ecoscandaglio è fermo, il fondale appare piatto anche se potrebbe non esserlo. Per ottenere un'immagine accurata della sagoma del fondale, assicurarsi di pescare a traina o riavvolgere l’ecoscandaglio a una velocità lenta e costante. 
  2. 2.La scala della profondità sulla destra dello schermo consente di identificare la profondità di qualsiasi elemento. Il valore di profondità nella parte in alto a destra dello schermo mostra la profondità del fondale sotto l’ecoscandaglio in quel preciso momento. Ricordarsi che questa non è necessariamente la stessa profondità degli elementi appena scandagliati, specialmente se si scandagliano pendii ripidi o punti.

drop-off

Questi sono elementi estremamente preziosi da utilizzare per una vasta gamma di specie, e la buona notizia è che sono facili da individuare con un ecoscandaglio. Durante la traina o il riavvolgimento del dispositivo, appare un cambiamento del profilo di profondità: non dimenticarsi di utilizzare il lettore di profondità sul display (nell'app Deeper si trova nell'angolo in alto a destra dello schermo) in modo da poter monitorare la velocità con cui la profondità aumenta o diminuisce.

I pendii ripidi e i dossi sono facili da individuare, come quello mostrato di seguito.

Vi sono 3 consigli che possono aiutare a migliorare la precisione quando si cercano questi elementi:

  1. Una volta identificato un pendio ripido, passare dall’esplorazione a fascio ampio a quella a fascio stretto, quindi scandagliare nuovamente quell'area. Ciò dovrebbe fornire un profilo più preciso del cambio di profilo e garantisce anche di evitare "zone morte" nell’esplorazione.
  2. È possibile utilizzare la mappatura batimetrica piuttosto che le funzioni di esplorazione. Con Deeper, si possono creare mappe batimetriche (mappe della sagoma subacquea codificate per colore) in modalità Pesca da barca (modelli 3.0, PRO e PRO+) e modalità GPS in acqua (solo PRO+). Queste mappe mostrano anche pendii ripidi e cambi di profondità e rendono più semplice tornare nuovamente ai punti migliori.
  3. Se si pesca in una vasta area, ad esempio sul kayak, impostare un allarme di profondità per avvisare quando si accede all’intervallo di profondità selezionato. In tal modo, si può remare su acque più basse senza dover controllare l'ecoscandaglio, quindi rallentare e iniziare a controllare il display quando suona l'allarme.

brush piles

Sono inoltre elementi molto comuni per una serie di specie, in particolare i predatori, che le usano come punti di agguato.

Il colore sul display è cruciale qui per identificare cespugli e tronchi. Poiché inviano una frequenza diversa del segnale del sonar, l'ecoscandaglio mostra un colore diverso rispetto al fondale (in caso contrario, sembrerà un dosso). Quindi, assicurarsi di scegliere una tavolozza di colori che evidenzi questa differenza. Nell'app Deeper, scegliere la modalità di colore Classico (in cui cespugli e tronchi appaiono in verde, come la vegetazione) o la modalità di colore Giorno (in cui appaiono in viola).

Di seguito viene illustrato un esempio di una pila di cespugli in modalità di colore Classico. Si noti che le linee dei cespugli sono orizzontali, non verticali: questo è un buon indizio per distinguere le pile di cespugli dalle erbacce.

Oppure guardare questo video per alcuni esempi di tronchi in un torrente in modalità di colore Giorno.

  • Vegetazione ed alghe
  • Depressioni
  • Punti
  • Altri oggetti subacquei
  • Vegetazione ed alghe

    Vegetazione ed alghe

    Si potrebbe voler localizzare la vegetazione e le alghe come potenziali aree per il lancio (ad esempio, se si pescano spigole in acqua di mare in estate) o come aree da evitare (ad esempio, se si pesca al feeder o si vuole evitare di impigliarsi).

    Proprio come cercare pile di cespugli e tronchi, il colore aiuterà molto. Anche alghe e vegetazione sono visualizzate in linee verticali e probabilmente forniscono un segnale più discontinuo sul display rispetto ai tronchi.

    Di seguito viene illustrato un esempio di pendio ripido con molta vegetazione.

  • Depressioni

    Depressioni

    Soprattutto per la pesca alla carpa, le piccole depressioni sono un elemento ideale da utilizzare. Spesso queste depressioni sono create dai pesci stessi. Individuarli con l'ecoscandaglio è semplice: basta osservare i piccoli avvallamenti a V nella sagoma del fondale durante il riavvolgimento o la traina.

     

  • Punti

    Punti

    I punti sono più graduali dei pendii ripidi, ma individuarli è altrettanto semplice (vedere la schermata di seguito). Assicurarsi di mantenere una velocità costante durante la traina o il riavvolgimento in modo da ottenere un valore accurato della ripidità della pendenza. Si deve scandagliare con un fascio del sonar stretto per ottenere valori più chiari e per assicurarsi di vedere tutti i ripiani o dossi che un’esplorazione con fascio più ampio potrebbe non rilevare (la nostra paginasul funzionamento dei  sonar ne spiega il motivo).

  • oggetti subacquei

    Altri oggetti subacquei

    Chissà cosa si nasconde sott'acqua? A volte sullo schermo possono apparire degli oggetti sorprendenti: ad esempio, un pescatore Deeper in Francia ha trovato un'auto nel suo lago locale (vedere l'immagine di seguito).

    Sebbene non tutti gli oggetti siano facili da distinguere, è sempre possibile ottenere indizi dalla forma e anche dall’intensità del segnale del sonar. Si notino i multipli segnali arancioni del sonar sotto l’auto: indicano che si tratta di un oggetto molto duro. Le esplorazioni del sonar hanno colpito l’auto, sono rimbalzate sulla superficie dell'acqua, sono rimbalzate fuori dalla superficie e colpito di nuovo l’auto.
    Pur sapendo che ciò è utile per identificare strani oggetti subacquei, ha un'applicazione molto più pratica: sapere quanto sia duro o morbido il fondale.

4. Uso dell'ecoscandaglio per valutare il tipo e la durezza del fondale

Qualunque sia la specie che si desidera pescare, conoscere la durezza del fondale del lago e la sua consistenza è importante quando si cerca di decifrare il codice e far abboccare il pesce. Vi sono 3 fattori da considerare quando si cerca di capire se il fondale visualizzato sull'ecoscandaglio è duro o morbido: colore del fondale, spessore del fondale e presenza o assenza di un 2º segnale nel fondale.

  • Colore
  • 2° segnale
  • Spessore
  • Colore

    Colore

    L'intensità del segnale del sonar da un fondale duro sarà diversa da quella di un fondale morbido. L'ecoscandaglio utilizza il colore per mostrare questa differenza. Nella tavolozza dei colori standard del display Deeper, il colore varia dal marrone opaco (il più morbido) all'arancione intenso (il più duro). Nella tavolozza dei colori della modalità Giorno (vedere la schermata), la differenza è ancora più facile da vedere, con il colore che va dal viola (il più morbido) al rosso, fino all'arancione e al giallo (il più duro).

  • 2° segnale

    2° segnale

    Proprio come l'auto descritta in precedenza, i fondali duri restituiscono segnali molto intensi che a volte rimbalzano nuovamente sulla superficie. Questi verranno mostrati sullo schermo come un 2º segnale del sonar in parallelo sotto la linea che mostra il fondale. Se appare uno di essi, è un altro indicatore che il fondale è duro.

  • Spessore

    Spessore

    Anche lo spessore della linea che rappresenta il fondale è un ottimo indizio per la durezza del fondale. Qui la regola è semplice: più spessa è la linea, più duro è il fondale. Attenzione: la sensibilità del sonar può influire sullo spessore della linea. Il display Deeper ha una sensibilità regolabile. Quindi, se si aumenta la sensibilità al 100%, la linea del fondale potrebbe apparire più spessa; se la si abbassa al 10% potrebbe sembrare più sottile. Quindi, esercitarsi a regolare la sensibilità e abituarsi a valutare la variazione dello spessore del fondale in base a ciò.

Consistenza

I fondali duri mostrano solo una linea spessa, quindi non è possibile distinguere facilmente diversi tipi di fondale duro. Ma per i fondali più morbidi, la linea avrà trattini e spazi vuoti, che possono dare un'idea di cosa è effettivamente fatto il fondale.

sand or mud bottom

Sabbia/limo/fango

Le linee lunghe indicano che il fondale è molto morbido e sabbioso: probabilmente sono presenti sabbia, limo o fango.

gravel or stone bottom

Ghiaia /pietra

Se la linea del fondale è macchiata e chiazzata, il fondale è di ghiaia o pietre. A seconda delle dimensioni, si possono persino vedere piccole singole pietre.

Sapere di più per pescare di più

Gli ecoscandagli sono strumenti incredibilmente preziosi e più si impara a leggerli, più le battute di pesca avranno successo. Una parte fondamentale dell'apprendimento come pescatore è passare da tentativi ed errori ad un approccio più basato sulla conoscenza. Magari si capita spesso in un certo punto con una determinata presentazione, ma si conosce il motivo? Un ecoscandaglio consente di capire non solo gli errori, ma anche i successi. E una volta compresi, si può ricreare il successo più facilmente.

Il nostro blog